Aprica: in 800 al 25° raduno regionale lombardo del Club Alpino Italiano

Nella mattinata di mercoledì 31 maggio, oltre 750 iscritti al CAI di trenta sezioni lombarde (più una altoatesina) si sono ritrovati di buonora all’Aprica per il 25° Raduno Regionale Lombardo dei soci CAI seniores Anna Clozza. Organizzato dalla benemerita sezione aprichese del sodalizio, guidata dal presidente Lorenzo Della Moretta, l’evento si è svolto in una bella e fresca giornata, di quelle che solo la montagna in primavera sa regalare.
Dopo lo sbarco dai sedici pullman e dalle decine di auto, le operazioni di registrazione e un thè con biscotti presso il palazzetto dello sport, divisi in tre gruppi (rosso, giallo e blu), gli escursionisti sono partiti verso Malga Magnolta e si sono presto sparpagliati a centinaia, rispettivamente lungo il Sentiero del Tumèl (130-150), il Sentiero del Legno (più di 400) e il Sentiero del Veneròcolo fino a Malga Magnola (un centinaio); gli ultimi due saliti in cabinovia fino alla Magnolta. I gruppi dei partecipanti erano accompagnati da numerosi soci del CAI locale, sebbene i percorsi fossero fittamente bandierati, ognuno col suo colore, e fosse praticamente impossibile sbagliare tragitto. Tra le cose che le guide hanno aiutato gli ospiti a scoprire, anche un magnifico esemplare di Gentiana kochiana albina. Un quarto gruppo è rimasto in paese e ha visitato i murales di alcune contrade, al seguito della dott.sa Laura Caspani.

Molto soddisfatti tutti, in particolare quelli che hanno raggiunto il Rifugio CAI Valtellina (1920) e poi, in successione, i laghi del Palabione. Quello superiore (l’originale, a 2109 m) ha rappresentato la meta più gradita e ha visto fotografie a centinaia, specialmente perché ancora coperto dal ghiaccio fondente e per le vette aprichesi (Pasò e Filone) screziate di abbondante neve che tentavano di specchiarvisi. Sono seguiti il ritorno in Magnolta attraverso il collegamento sciistico Gran Via del Gallo, la discesa a valle, i saluti dei rappresentanti dei gruppi principali, del presidente Della Moretta e del sindaco Carla Cioccarelli. Infine il pranzo a prezzo convenzionato presso alcuni ristoranti di Aprica o colazione al sacco per alcuni.
Al brindisi, il sindaco, il presidente CAI e l’alpinista emerito don Augusto Azzalini hanno salutato i graditi ospiti, invitandoli ovviamente a tornare e a visitare le altre meraviglie aprichesi e orobiche.

Antonio Stefanini

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews