Questione voucher, la Lega attacca: governo davvero debole!

«Con l’abolizione dei voucher andata in scena ieri al Senato, il Governo ha dimostrato tutta la sua inadeguatezza: subisce il diktat della Cgil, spaventato dallo spettro di un altro referendum, lasciando settori economici in grave crisi senza uno strumento che, seppure imperfetto, si era dimostrato in grado di rispondere ai bisogni degli imprenditori e quindi di creare opportunità di lavoro. Solo la Lega Nord ha ascoltato le proteste di ampie categorie, nel terziario e nell’agricoltura, presentando la quasi totalità degli emendamenti ma nessuno è stato preso in considerazione».
Decisamente critica la posizione della Lega Nord su questa partita. Il senatore Crosio non manda a dire le sue perplessità. «Per territori come il nostro, a vocazione turistica e con molte attività agricole, avevamo chiesto – ricorda Crosio – speciali deroghe: mantenere i voucher o uno strumento ad essi parificato, ma è stato tutto inutile. A mancare è stata la volontà del Governo che, in questo periodo, è impegnato a reperire le risorse per accogliere i profughi. Mentre un sistema economico in crisi chiede aiuto, la sinistra concentra la sua attenzione sui profughi e stanzia addirittura un miliardo di euro di soldi nostri per mantenerli per chissà quanto ancora. La gente dovrebbe interrogarsi su quali siano i veri obiettivi di questo governo che non dà risposte, non offre soluzioni ai problemi degli italiani ma è bravissimo nell’accoglienza dei profughi. Questa è la priorità della sinistra».

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews