Bormio: anche la prossima sarà un’estate calcistica color granata

Bormio e la Magnifica Terra si coloreranno ancora di granata. Il Torino ha scelto infatti di ritornare in Alta Valtellina anche la prossima estate per effettuare la preparazione precampioanto. La notizia, nell’aria ormai da tempo, attende solo i crismi dell’ufficialità dopo che in questi giorni gli organizzatori dell’Us Bormiese hanno in pratica fatto quadrare il cerchio relativo ai soldi necessari per ospitare a Bormio una squadra di serie A di un certo blasone e di un livello medio alto qual è il Torino. “Siamo praticamente ai dettagli – dice il direttore sportivo della Us Bormiese Stefano Faifer – dell’operazione che porterà il Torino ad effettuare il ritiro precampionato a Bormio anche questa estate. A fine settimana sapremo essere più precisi…”. E’ fatta.
D’altronde il primo sponsor dell’operazione è stato il presidente del Toro Urbano Cairo che ha voluto fermamente portare anche quest’anno la squadra a Bormio per la preparazione precampionato. Evidentemente dopo aver avuto i necessari feedback positivi da parte del tecnico, dei dirigenti e dei giocatori della rosa relativamente a tutto quel che riguarda la logistica e la bontà dell’organizzazione, griffata ancora una volta Us Bormiese Calcio.
Mancano solo poche cose da limare, ma quel che è certo è che il Toro di Sinisa Mihajlovic incomincerà a preparare la stagione 2017/2018, al via probabilmente il prossimo 20 agosto (anche se una decisione definitiva verrà presa oggi nel corso dell’Assemblea di Lega ndr), sul campo da gioco di via Manzoni, un terreno di gioco che in passato ha ospitato anche i ritiri di altre big quali l’Inter di Ronaldo e Cuper, la Fiorentina del Trap e di Batigol, il Perugia di Gaucci e Ahn, il Genoa del patron Preziosi e mister De Canio e tante altre ancora, molte anche straniere. Ora Bormio è la casa estiva del Toro, una società gloriosa e uno dei club col maggior numero di tifosi in Italia (escluso le big assolute), che quest’anno a luglio, nella seconda metà per la precisione, ritornerà nella Capitale della Contea per la quarta volta, la seconda con Mihajlovic alla guida dopo le prime due nelle quali c’era al comando mister Gianpiero Ventura, ora Ct della nazionale azzurra.
Il programma ? Ancora top secret ma nelle due settimane di permanenza a Bormio, il Torino giocherà le canoniche tre amichevoli che poi potrebbero anche diventare quattro. Quel che è certo è che tutti gli appassionati potranno vedere da vicino e assistere agli allenamenti di una squadra professionistica e di giocatori di altissimo livello.

Fulvio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews