Pronto per una nuova stagione il Rent a Bike in Valtellina

Partito sul finire dell’estate del 2014, dopo aver completato due annate in maniera del tutto positiva, sia sul fronte dei numeri che su quello dell’organizzazione, Rent a Bike in Valtellina, il servizio di noleggio biciclette realizzato dalla Fondazione di Sviluppo Locale nell’ambito del Distretto Culturale della Valtellina, terminale di un progetto promosso dalla Provincia che l’ha finanziato insieme a Fondazione Cariplo, è pronto per una nuova stagione che si è aperta sabato primo aprile.
Il servizio, realizzato anche con i contributi di Società di Sviluppo Locale e Camera di Commercio che sin dal suo esordio può contare sulla gestione diretta del Consorzio turistico Media Valtellina e dell’associazione Valtelbike, ha colmato una lacuna evidente in un territorio ad alta vocazione turistica, promuovendo la fruizione di percorsi unici, particolarmente suggestivi, immersi fra natura e storia, quali il Sentiero Valtellina e la Via dei Terrazzamenti. Rent a Bike in Valtellina non è solo noleggio e assistenza, comodità e semplicità nel servizio, ma anche una rete di Strutture Bike friendly, oltre settanta sull’intero territorio provinciale, fra bar, ristoranti, bed & breakfast, negozi e associazioni, impegnate a fornire informazioni, aiuto e supporto nel risolvere piccoli problemi tecnici.
Nel 2016, da aprile ad ottobre, Rent a Bike in Valtellina ha superato i 1500 noleggi complessivi per un incasso che ha sfiorato i ventimila euro. Le più richieste sono state le city bike che, da sole, rappresentano il 52% dei noleggi totali, seguite dalle mountain bike, con il 36%, e dalle biciclette a pedalata assistita, il 12%, che consentono anche a chi non è allenato di affrontare salite e lunghe passeggiate. Il servizio mette a disposizione degli utenti 300 biciclette, tutte rigorosamente arancioni e con il marchio Valtellina, 15 carrellini e 50 seggiolini per il trasporto dei bambini.
I due punti noleggio principali sono dislocati a Sondrio, in via Tonale, e a Tirano, in piazza delle Stazioni, ma ve ne sono altri ad Albosaggia, Bormio, Teglio, Aprica, Morbegno, Caspoggio e Colico. Quest’anno si aggiungono i punti di noleggio a Chiavenna e a Poschiavo.
Una rete che garantisce il servizio più comodo ed efficiente per gli utenti, siano essi turisti o residenti. Coloro i quali raggiungono la Valtellina in treno possono scendere in una località, noleggiare le biciclette, effettuare l’escursione che preferiscono e lasciarle nel punto a loro più comodo. Istruttori diplomati e guide, su richiesta, accompagnano i gruppi alla scoperta del territorio.
Gli obiettivi che l’iniziativa congiunta di Fondazione di Sviluppo Locale e Provincia si è posta partono dalla promozione di una mobilità dolce per arrivare alla valorizzazione dei suggestivi percorsi che attraversano il fondovalle e la mezza costa. Il ricco programma di escursioni proposte tra la primavera e l’estate del 2016 dal Consorzio turistico e da Valtelibike ha ulteriormente qualificato l’offerta turistica locale e valorizzato non solo i percorsi ma anche i luoghi, il patrimonio artistico, le tradizioni e le eccellenze dell’enogastronomia.

ezeta

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews