Sci alpinismo: in gita con il Cai Valfurva in Val Martello e Punta Madriccio

Prosegue a ritmo serrato e sfruttando al meglio le possibilità di questo ultimo scorcio di inverno, la stagione escursionistica e sci alpinistica del Cai Calfurva. La tappa di questo terzo fine settimana di marzo 2017 ha portato gli appassionati del sodalizio in Val Martello.
Partenza presto dalla Valfurva e passaggio attraverso il tunnel della Drossa di Livigno per raggiungere la Val Martello. Prima di effettuare la gita sci alpinistica alla Punta Madriccio, il gruppo fa un po’ di tappe sul percorso del Marmotta Trophy Martelltal, dove riesce anche a fare il tifo per gli atleti dell’Alta Valtellina in gara.

“Poi – racconta il presidente Luciano Bertolina – il gruppo sale verso la Punta Madriccio, su un bellissimo percorso, sicuro e gradevole, con le condizioni meteo che ci aiutano (un po’ di nuvole, ma con ottima visibilità); raggiunta la Punta Madriccio a quota 3265, con una vista spettacolare su Gran Zebru, Piccolo Zebru, Ortles, Cevedale e Dolomiti del Brenta, iniziamo la discesa con una buona neve e raggiungiamo il rifugio Nino Corsi e poi la Val Martello. Una tappa importante a Martello per definire con il gruppo Avs Martell la commemorazione del restauro dei cannoni del Cevedale in programma per il 30 luglio 2017 e poi il rientro a Valfurva”.
Un’altra giornata molto interessante, anche per i rapporti e gli scambi con altre realtà; il Cai Valfurva ringrazia in particolare la guida Michele e tutto il gruppo, sempre all’altezza della situazione…

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews