Giro d’Italia, iniziato il conto alla rovescia per l’edizione 100. La Valtellina c’è

E’ stata presentata ufficialmente oggi a Milano la serie di iniziative che legheranno il 100° Giro Ciclistico d’Italia e la Valtellina, Stelvio in testa. Legame speciale che, da sempre, vede nello Stelvio, ne Gavia, nel Mortirolo momenti sportivi e non solo capaci di dare grandi emozioni. Il 23 maggio 2017 andrà in scena la Rovetta – Bormio, 227 km con Mortirolo, Stelvio e Umbrail (con sconfinamento in Val Monastero); il 24 maggio partirà da Tirano la tappa di 219 km con Aprica e Tonale ed arrivo a Canazei.

t16_bormio_alt-685x487 T17_Canazei_alt

 

 

 

 

“Il Giro d’Italia è sempre seguito con grande passione e grande entusiasmo in Lombardia. Qui sono state scritte pagine epocali di questo sport. La nostra regione ama il ciclismo. Basti pensare che, solo questo week end, ci sono due grandi eventi ciclistici che riguardano la nostra terra: domani la partenza della Milano-Sanremo e domenica il Trofeo Binda, uno dei grandi eventi sportivi a cui la Regione contribuisce”. Lo ha detto l’assessore allo Sport e Politiche per i Giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, questa mattina, a Palazzo Lombardia, alla presentazione delle tappe valtellinesi del ‘Giro d’Italia’.

“Del resto – ha detto l’assessore Rossi – i numeri parlano chiaro. La Lombardia ha più di 700 società affiliate al Coni, piazzandosi al terzo posto nella classifica degli sport più diffusi per società sportive affiliate alla Federazione (dove il ciclismo conferma il terzo posto anche a livello nazionale) per un totale di 24.598 tesserati (32 per cento dei tesserati nazionali Fci)”.
“Il nostro intento è sempre stato quello di promuovere lo sport – ha concluso l’assessore -. Quindi siamo assolutamente soddisfatti che la Valtellina, e quindi la Lombardia, siano attraversate da tappe così emozionanti. Lo Stelvio sarà scalato per la prima volta da tre fronti diversi e sono sicuro che il pubblico, come sempre, sarà in grado di fornire una cornice unica di passione e tifo. Questo si unisce ovviamente alla promozione del nostro territorio garantita da panorami unici nel loro genere. Bravi come sempre gli organizzatori, la Valtellina è una garanzia di successo, nel ciclismo ma non solo”.

IL PERCORSO DEL GIRO D’ITALIA 2017

“Il passaggio di queste tappe in Valtellina rappresenta per noi anche una grande occasione per promuovere il turismo lombardo sul mercato interno e quello internazionale. L’edizione di quest’anno del Giro d’Italia accenderà, infatti, un importante riflettore sulla grande offerta turistica, enogastronomica, culturale e sportiva di questo territorio e dell’intera regione”. Così Mauro Parolini,
assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, commentando la presentazione odierna delle tappe valtellinesi, una a Bormio e l’altra a Tirano, dell’anno 100 del Giro d’Italia di ciclismo.
“Per questo – ha annunciato l’assessore – abbiamo deciso di valorizzare questa opportunità, sviluppando un progetto di promozione marchiato #inLombardia molto articolato, che seguirà la carovana per tutto il percorso del Giro e che presenteremo nelle prossime settimane insieme ad RCS Sport e in collaborazione con la nostra DMO Explora”.

info © (Lnews)

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews