Per i profughi i soldi ci sono, per i cittadini italiani no! Scandaloso

Il senatore della Lega Nord, Jonny Crosio, torna a farsi sentire sui temi che riguardano i migranti e i cittadini italiani in difficoltà…
«L’elemosina ai poveri. Ecco come questo governo tratta i cittadini italiani. Ma per i profughi i soldi ci sono. Che cosa possiamo aspettarci da un governo che si limita a fare l’elemosina ai suoi cittadini che si trovano in difficoltà e che invece trova i soldi per assicurare vitto, alloggio e gadget, cellulare compreso, a centinaia di migliaia di profughi? Quello che è avvenuto in Parlamento è scandaloso e ci dà la prova, l’ennesima, del disinteresse del governo ombra di Renzi nei confronti dei suoi cittadini. Ai profughi non fanno mancare nulla ma ai poveri danno solo 60 centesimi al giorno, molto meno di un caffè, circa 20 euro al mese. Inaccettabile per un Paese civile».
Così Jonny Crosio che ha votato contro il provvedimento, approvato oggi a maggioranza dal Senato, che prevede di destinare fondi per la povertà. «Sbandierano la legge come un successo – continua il senatore Crosio -, peccato che si tratti di briciole, né più né meno di un’elemosina che non è sufficiente ad alleviare i disagi dei 4,2 milioni di poveri. Mi chiedo Gentiloni e gli altri ministri dove vivano, che realtà vedano ogni giorno: vadano tra la gente, parlino con i padri di famiglia disoccupati, con gli anziani che percepiscono pensioni da fame, chiedano a loro di che cosa hanno bisogno. Invece è più ‘in’ occuparsi dei profughi, mantenerli per anni, sbandierando la solidarietà nei confronti di persone che arrivano da chissà dove e che, tranne una minima percentuale, profughi non sono. Questo governo di sinistra dà ai profughi e si limita a un’elemosina per i suoi cittadini. Ma in che stato viviamo? La Lega Nord si è opposta con tutte le sue forze a un provvedimento che è una presa in giro, ma la sinistra l’ha voluto e l’ha approvato».

ezeta

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews