Special Olympics, Mondiali: l’Alta Valle con Walter Magatelli e Simone Mollea

Ci sono cerimonie e cerimonie! Quella di giovedì 2 marzo 2017, organizzata dall’Associazione Run For nell’ambito della campagna “Adotta un campione”, è stata sicuramente ricca di emozioni, uno di quei momenti che ci fanno tornare a casa con il cuore rinfrancato e gioioso.
Walter Magatelli e Simone Mollea, insieme ai loro amici di Handy Sport, hanno saputo trasmettere al pubblico accorso a Bormio nella sala della Banca Popolare tutto il loro affetto, tutta la loro semplicità e tutto il loro entusiasmo: non si poteva restare immuni da questo contagio! Lo sapeva molto bene anche la speaker della serata Cristina Andreola, che insieme ad altri colleghi li ha seguiti durante i recenti giochi di febbraio e ha avuto modo di conoscere più da vicino il mondo di Special Olympics. Walter e Simone sono gli atleti che ci rappresenteranno ai Giochi mondiali in programma in Austria dal 14 a 25 marzo (3.000 atleti provenienti da 110 nazioni!).

Aderendo alla campagna “Adotta un campione” promossa dall’organizzazione Special Olympics, il comune di Valdisotto e l’associazione Run For hanno deciso di sostenere economicamente Special Olympics Italia, legando il proprio nome a Walter e Simone, nella certezza che questa esperienza sarà un motivo di orgoglio, per loro ed anche per noi che ne verremo rappresentati.
La cerimonia, dunque, è stata l’occasione per consegnare ufficialmente le divise con le quali i due ragazzi disputeranno le loro gare sui campi austriaci di Graz, Schladming e Ramsau, nella regione della Stiria. Di fronte a una platea variegata di genitori, sportivi, simpatizzanti, ragazzi degli sci club e dei vari settori dell’Unione Sportiva Bormiese, i due portacolori di Handy Sport si sono presentati spontanei come solo loro sanno essere (quel “ringrazio tutte le mamme” detto da Simone ha fatto scendere più di una lacrima al pubblico) e hanno raccontato un poco della loro esperienza con il fantastico mondo dello sport e degli Special Olympics in particolare. Simone gareggerà nello sci alpino, Walter invece nello sci di fondo; Danilo Anelli, Carlo Cola e Cipriano Lazzarini li allenano periodicamente sulle piste del Bormiese, Martino Rocca, invece, avrà l’onore di accompagnarli in Austria come tecnico delegato.
Alla cerimonia non hanno voluto mancare il sindaco di Bormio Roberto Volpato e il commissario straordinario del comune di Valdisotto Salvatore Angieri, che hanno così testimoniato il loro affettuoso augurio per le prossime competizioni mondiali. Presenti in sala anche Carla Martinelli, responsabile di Handy Sport, il vice sindaco di Bormio Giuseppe Rainolter, il direttore dell’Unione Sportiva Bormiese Andrea Maiolani, il gruppo Run For.
Ancora una volta Special Olympics si rivela una sorgente di autentico valore educativo, perché non si limita ad accrescere la consapevolezza e l’autonomia del disabile, ma soprattutto perché riesce a coinvolgere “anche tutta la sua rete di relazioni, da quella familiare, a quella scolastica o lavorativa, da quella amicale a quella più estesa della comunità in cui l’atleta vive”. Ed è proprio quello che è successo ieri con tutti quanti noi.

Anna © Lanfranchi

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews