Introduzione allo sci alpinismo e sicurezza in montagna con il Cai Valfurva

Una giornata di tempo buono e condizioni meteo decisamente accettabili hanno fatto da cornice alla giornata di introduzione allo sci alpinismo ed alla sicurezza in montagna. Il gruppo dei partecipanti, con tanti giovani, si è ritrovato in mattinata presso la sede del Cai Valfurva; si parte in auto per raggiungere la località Nibloch a Madonna dei Monti. Da qui, con sci e pelli di foca, il gruppo ha proseguito l’escursione verso Pradaccio e Cavallaro, altre località di Madonna Dei Monti. Durante la salita la guida alpina Luigi Zen – spiega il presidente Luciano Bertolina – ci ha illustrato le più importanti norme di comportamento su neve, pendii, sul rischio valanghe e come riconoscerlo, sull’utilizzo dell’Artva,e sulla scelta dell’itinerario con tutti molto attenti ad ascoltare.
A Cavallaro si è svolta una esercitazione pratica con Artva, pala e sonda al termine della quale il gruppo ha proseguito l’escursione verso il Forcellino. Dopo la discesa fino a Cavallaro il gruppo ha seguito la strada innevata fino a Nibloch.

Più che positivo il giudizio finale su una delle iniziative consolidate, ad ogni inizio di stagione sci alpinistica: insegnare le tecniche, educare alla sicurezza, mostrare come si usano le diverse attrezzature sono cose fondamentali sia per le escursioni che per le attività in montagna.
Come i corsi di arrampicata, le giornate dedicate ai sentieri o le escursioni con ragazzi disabili, anche questa è una iniziativa che punta soprattutto su formazione ed informazione: in montagna la sicurezza non è mai troppa

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews