Neve e ciaspole a Gerola: ecco la notturna con la Pro Fenile

Servono i frontalini, i bastoncini, le ciaspole e un abbigliamento adeguato. A Gerola, frazione di Fenile, Valtellina, il sabato sera lo si passa in montagna, nel tardo pomeriggio di sabato 11 febbraio l’associazione Pro Fenile insieme all’Ecomuseo della Valgerola propongono la 7ª Ciaspolata in notturna. Ci sono due percorsi di difficoltà comunque blanda ma di chilometraggio crescente e due partenze distinte: il ritrovo e le iscrizioni sono a Fenile alle 16: chi sceglie il percorso lungo, 5 Km prende il via direttamente da Fenile alle 17, chi invece preferisce un percorso di minore impegno, sui 3,5 Km si muoverà alle 17,30 dalla frazione di Pescegallo. Tutti e due gli itinerari hanno come punto di arrivo intermedio il rifugio Salmurano, 1848 metri di quota, lì ci si ferma il tempo necessario per ristorarsi con bevande calde, poi ci si rimette in cammino verso il fondovalle.

Fiaccole accese sul percorso tracceranno in modo visibile la via di salita, ad illuminare la scena ci sarà anche la luna piena, «La luna piena la “offre” l’organizzazione – ha chiarito da Gerola Michele Cornali, volontario della Pro Fenile – sabato sera c’è il plenilunio. Si parte dalla località di Fenile e si torna a Fenile, in cima ai due tracciati al Salmurano si prende fiato, ci si scalda e si scende in compagnia, poi è prevista una cena conviviale opzionale presso l’osteria Stella Alpina o al ristorante Pineta».
Il costo per la partecipazione è di 5 euro, 20 se si sceglie di abbinare alla ciaspolata anche la cena. La Notturna della “pro fenile” è una di quelle manifestazioni che richiamano centinaia di persone sulle nevi abbastanza docili della montagna valtellinese e orobica. Lo scorso anno parteciparono in 250 e le iscrizioni anche quest’anno sono ancora aperte. «Abbiamo atteso a lungo la neve – hanno ancora sottolineato dall’organizzazione – ora i pendii ne hanno a sufficienza per fare scattare la nostra gita sulle racchette, con i bastoncini e al chiaro di luna. Attendiamo tanta gente, ringraziamo Ecomuseo e sponsor per il sostegno all’evento».

Ufficio stampa Ecomuseo Valgerola

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews