Special Olympics: la fiaccola dei Giochi Nazionali Invernali approda in Alta Valtellina

Giovedì 26 e venerdì 27 gennaio 2017 la fiaccola olimpica che annuncia l’ arrivo dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics Italia 2017 in Valtellina ha toccato prima i Comuni di Aprica, Tirano e Grosio, poi Sondalo, Valdisotto e Valfurva. I Giochi si terranno dal 5 al 10 febbraio 2017 a Bormio, Valdidentro e Valdisotto e vedranno la partecipazione di più di 450 atleti con disabilità intellettiva appartenenti a 48 team italiani e svizzeri.

E’ importante ricordare, nella fase finale della corsa della fiaccola, che questa è stata possibile, oltre che per il formidabile contributo dato dagli straordinari volontari dello staff del Torch Run, grazie al sostegno dato all’iniziativa da IPERAL, un’importante azienda del settore della grande distribuzione che ha mostrato concretamente il significato della responsabilità sociale dell’ impresa verso la propria comunità territoriale di riferimento.
Dobbiamo ricordare, inoltre, il grande supporto dato dalle Forze dell’Ordine: la “P” ha evidenziato senza bisogno di parole il significato della vicinanza e del legame di servizio che unisce quotidianamente Forze dell’Ordine e cittadini. Un ringraziamento di cuore va dato a quelli che sono, in questo Torch Run, gli autentici custodi della fiamma olimpica. Ci riferiamo agli uomini del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Sondrio e dei vari distaccamenti territoriali. La cura messa nella gestione del tripode e della fiaccola e l’ amicizia tante volte esplicitata nei confronti degli atleti è qualcosa che ha scaldato i cuori di tutti, in queste giornate valtellinesi belle ma un po’ rigide dal punto di vista delle temperature.

Che dire delle diverse cerimonie?
Sempre una grande presenza di studenti, insegnanti e movimento sportivo: 120 ad Aprica, almeno 600 a Tirano, 150 a Grosio, 300 a Sondalo, 350 a Valdisotto, non meno di 200 a Valfurva. Sempre un grande clima di festa e di entusiasmo. Sempre presenti Sindaci, assessori, Dirigenti Scolastici con interventi mai banali ma sempre legati all’approfondimento del messaggio di inclusione e di una nuova e più significativa socialità portata avanti dalla fiaccola e dal percorso di Special Olympics.
Tantissimi i personaggi presenti del mondo dello sport. Particolarmente bella la testimonianza di Mirco Bertolina, a Valfurva, che ha sottolineato con parole semplici e chiare, e per questo ancora più efficaci, la qualità dello sport inclusivo e dell’esperienza di Special Olympics che rappresenta un punto di riferimento fondamentale per chi pratica o vuole praticare sport a tutti i livelli, anche quelli più agonistici. Parole che dovrebbero far riflettere i tanti, troppi che ancora pensano a questa esperienza non come sport, non come promozione umana, ma come assistenza!!!

Domani e domenica la fiaccola riposa, lunedì 30 gennaio ultime due tappe a Valdidentro e Livigno per un ultimo bagno di folla prima del grande finale a Bormio del prossimo 7 febbraio…
Bormio stiamo arrivando, aspettaci!!!

Claudio Minervino & Fabio Casamassima

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews