Diplomi e riconoscimenti a guide alpine, maestri di alpinismo e gestori dei rifugi

“Nuove qualificate risorse umane per la nostra montagna che, in vista di Expo, si fa sempre più accogliente e fruibile”. Sono le parole dell’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi pronunciate mercoledì 18 dicembre 2013 in occasione della consegna dei diplomi alle Guide alpine-maestri di alpinismo e alle aspiranti Guide alpine e quella delle targhe ai rifugi che hanno ottenuto, per il 2014, il marchio di qualità ‘Q-Ospitalità italiana’.
“Regione Lombardia – ha ricordato l’assessore Rossi – ha a cuore che gli appassionati della montagna possano essere accompagnati da persone esperte in grado di consentire escursioni in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente. Per questo motivo abbiamo, nei giorni scorsi, rinnovato l’accordo con le Guide alpine per una triennalità di formazione con un impegno di 540.000 euro equamente suddiviso dal 2014 al 2016”.
Proprio in occasione della firma, l’assessore Rossi ha voluto accanto a lui il presidente uscente del Collegio regionale delle Guide alpine Gian Antonio Moles per ringraziarlo del lavoro svolto. Il nuovo presidente Luca Biagini ha poi sottoscritto la convenzione.

LA MONTAGNA AL CENTRO – “Le 10 Guide alpine-maestri di alpinismo cui abbiamo consegnato oggi i diplomi unitamente alle 9 aspiranti Guide – ha aggiunto l’assessore – sono una dimostrazione concreta dell’attenzione di Regione Lombardia per il mondo della montagna”. “Un ambiente sempre più bello e fruibile – ha sottolineato l’assessore – una vetrina speciale, non solo in chiave Expo, resa ancor più ricca da questi professionisti che le assicurano fruibilità e sicurezza. Non dobbiamo dimenticare – ha ricordato – anche il bando aperto per gli impianti di risalita con una dotazione di 2,5 milioni di euro”.
RIFUGI DI QUALITÀ – “Sul fronte della fruizione – ha sottolineato l’assessore – un ruolo importante è anche ricoperto dai rifugi che, con i 5 che hanno ottenuto il marchio di qualità per il 2014, hanno, sul nostro territorio toccato quota 102 strutture doc, pari al 92.7 per cento delle strutture lombarde. Il marchio ‘Q-Ospitalità italiana’ – ha spiegato l’assessore – è promosso dall’Istituto nazionale ricerche turistiche (Isnart) e realizzato in collaborazione con Unioncamere Lombardia nell’ambito dell’Accordo di Programma Competitività”. Per ottenere il marchio, Isnart valuta l’accessibilità della struttura, le informazioni fornite ai visitatori, l’accoglienza, la presenza di aree comuni, la qualità del servizio di ristorazione e l’approccio eco-compatibile della struttura.
L’OCCASIONE DI EXPO – “I rifugi lombardi e le Guide alpine – ha concluso l’assessore – sono i biglietti da visita della nostra Regione presso i turisti lombardi, italiani e stranieri e la loro qualità e preparazione sono seguite con particolare interesse dal mio Assessorato. Sono convinto che, anche in vista di Expo, tutte queste eccellenze possano essere valorizzate e fruite”.
GUIDE E ASPIRANTI GUIDE – Nel dettaglio, le Guide alpine diplomate sono: Cristian Brenna di Edolo (Bs), Nicola Bruseghini di Caspoggio (So), Jacopo Compagnoni di Valfurva (So), Bruno Mottini di Livigno (So), Davide Spini di Morbegno (So), Matteo Schena di Bormio (So), Marco Majori di Cormayeur (Ao), Alberto Marazzi di Bulgarograsso (Co), Claudio Pozzi di Pianello Lario (Co) e Alberto Trombetta di Grandate (Co). Aspiranti Guide alpine sono: Michele Giorgio Alebardi di Sarnico (Bg), Pietro Biasini di Ardenno (So), Giacomo Casiraghi di Sondrio, Luca Tenni di Tirano (So), Francesco Valgoi di Valdidentro (So), Alfio Perricelli di Mese (So), Eugenio Galbani di Pasturo (Lc) e Simone Porta di Tirano (So) e Stefano Pizzagalli di Dongo (Co).
I 5 RIFUGI DOC – I nuovi rifugi con il marchio di qualità sono invece il ‘Valmalza’ di Ponte di Legno (Bs), il ‘Marchett’ di Lecco, il ‘Cesare Ponti’ di Val Masino (So), il ‘Marinelli Bombardieri’ di Lanzada (So) e il ‘Quinto Alpini-Bertarelli’ di Valfurva (So).

Su informazioni di Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews