Le eccellenze agroalimentari di Valtellina e Valposchiavo a Bruxelles

I prodotti tipici di Valtellina e Valposchiavo saranno i protagonisti del catering che verrà allestito a Bruxelles per la presentazione della Macro-Regionale Alpina.  La collaborazione con la Convenzione delle Alpi, remedy promossa nell’ambito del Progetto Valtellina Valposchiavo Expo con l’intento di agevolare i rapporti con la società Expo, viagra con Padiglione Italia e Svizzera e con gli altri padiglioni dei Paesi alpini, e giungere alla definizione di una proposta per la valorizzazione delle aree alpine all’Esposizione Universale di Milano del 2015, cresce, dopo l’evento sondriese dello scorso ottobre, e si affina, nell’ottica della promozione dell’offerta enogastronomica dei due territori confinanti. Proprio i prodotti tipici di Valtellina e Valposchiavo saranno i protagonisti del catering che verrà allestito in occasione dell’evento per la presentazione della Strategia Macro-Regionale Alpina, organizzato congiuntamente dalle autorità della Francia e dalla Presidenza italiana della Convenzione delle Alpi, che si terrà a Bruxelles nel pomeriggio di martedì 17 dicembre 2013. Un evento di grande rilevanza politica nel percorso per la costituzione della Regione Alpina, finalizzato a promuovere la nuova strategia dell’Unione europea per la Regione Alpina, che dovrà essere integrata nelle conclusioni del Consiglio europeo, in programma il 19 dicembre 2013.
Un’iniziativa importante, quella promossa dalla Società di Sviluppo Locale, che dà lustro e visibilità alle nostre eccellenze agroalimentari, valorizzate in un contesto europeo davanti ai rappresentanti dei Paesi che aderiscono alla Convenzione delle Alpi, il trattato internazionale sottoscritto dai Paesi alpini e dal’Unione Europea con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile e di tutelare gli interessi delle popolazioni montane. Valtellina e Valposchiavo, inserite nel progetto promosso congiuntamente da Provincia di Sondrio, Camera di Commercio di Sondrio e Regione Valposchiavo, e coordinato dalla Società di Sviluppo Locale, avranno l’opportunità di esibire la loro collaborazione transfrontaliera e la loro capacità di fare sistema in vista di obiettivi comuni, quale la volontà di sfruttare appieno le potenzialità di Expo 2015, proprio nella fase di definizione, da parte della Convenzione delle Alpi, della proposta di valorizzazione delle aree montane all’Esposizione Universale.
Soltanto due mesi or sono, infatti, la Presidenza italiana della Convenzione delle Alpi, per la prima volta, si era riunita a Sondrio, alla presenza dei delegati del Segretariato della Convenzione delle Alpi, di referenti dei Paesi alpini e di alcuni delegati dei Padiglioni dei paesi montani presenti in Expo 2015, per presentare, nell’ambito di un workshop a porte chiuse, una prima proposta che è stata discussa e integrata con i contributi delle delegazioni degli altri Paesi, e che verrà definita nei dettagli e resa pubblica nei prossimi mesi. Grazie all’attività coordinata dalla Società di Sviluppo Locale, ora i rapporti tra il Progetto Valtellina Valposchiavo, la Convenzione delle Alpi e i responsabili dell’organizzazione dell’Esposizione Universale di Milano sono sempre più stretti: una chance ulteriore per proporsi quali territori ambasciatori delle Alpi in Expo 2015.
Per presentare l’offerta enogastronomica di Valtellina e Valposchiavo, coordinata dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina, a conclusione dell’evento di Bruxelles, verranno servite le eccellenze della produzione agroalimentare delle due aree: i prodotti a marchio europeo della Valtellina, i vini Docg, i formaggi Dop Bitto e Valtellina Casera, la Bresaola Igp e le mele Igp, oltre a pizzoccheri, miele, marmellate, biscottini di Prosto e bisciola; i vini, i formaggi e le tisane bio della Valposchiavo, marmellate, miele, dolci e insaccati valposchiavini, il furmagin da cion (presidio SlowFood, bio) e la mortadella. Tutto, dall’antipasto al caffè, passando per l’acqua minerale e i succhi di frutta, made in Valtellina e in Valposchiavo.

A cura di Emanuela Zecca

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews