Seriamente a rischio il destino della Provincia di Sondrio

La discussione che porterà alla soppressione delle Province sta andando avanti e l’iter appare irreversibile. L’ha detto il Ministro per gli Affari Regionali e le autonomie locali Graziano Delrio nel corso della sua visita a Sondrio durante l’incontro a Palazzo Muzio, sede dell’amministrazione  provinciale, che si è tenuto nel tardo pomeriggio di oggi alla presenza, fra gli altri, del numero uno della Provincia di Sondrio Massimo Sertori e delle massime autorità provinciali con in testa Questore e Prefetto. Il pomeriggio sondriese di Delrio è incominciato con una riunione a porte chiuse con le forze economiche e sociali valtellinesi e con gli Enti sovracomunali ed è proseguito poi con l’incontro a porte aperte al quale hanno partecipato alcuni Sindaci che hanno portato la loro testimonianza.
La Provincia di Sondrio e quella di Belluno cercano di far valere la loro “specificità” per un salvataggio all’ultimo minuto. Il Presidente Sertori ha chiesto specificatamente al Ministro di inserire un emendamento nel Disegno di Legge in cui si parifichino, in pratica, Sondrio e Belluno, proprio per la loro specificità, alle province autonome di Trento e Bolzano, esenti dal provvedimento di soppressione. “Avete ragione sul fatto che Sondrio, così come Belluno, ha una sua specificità – ha detto Del Rio a proposito della connotazione delle due realtà territoriali -. Capisco l’unicità delle due province ma in questo modo diventereste una Provincia Autonoma come Trento e Bolzano (cambiando status ndr). Bisogna trovare il modo per riuscire a riconoscere la specificità di Sondrio e Belluno, due province montane”. Questa è l’unica ciambella di salvataggio a disposizione della Provincia di Sondrio per evitare di scomparire. Ma questa strada è percorribile? Chi si attendeva qualcosa di concreto in tal senso da questo incontro con il Ministro Delrio è rimasto deluso. L’impressione è quella che il Disegno di Legge che prevede l’abolizione delle province andrà avanti spedito.

Fulvio D’Eri – Foto National Press

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews