L'autoscuola Divitini Tavelli

L'autoscuola Divitini Tavelli

TIRANO – Tirano è ormai presa di mira dai ladri. Prosegue l’escalation di intrusioni nelle abitazioni e nelle attività commerciali cittadine. Questa volta ad essere colpita, nella notte fra martedì 20 e mercoledì 21 marzo 2012, l’”Agenzia ed Autoscuola Divitini” di Sabrina Della Maddalena in via Pedrotti.

Ignoti malviventi si sono intrufolati nell’ufficio, con l’intento di svaligiarlo, utilizzando la porta a vetri situata nella parte laterale dello stabile Hanno sollevato la tapparella, infranto il vetro e sono penetrati nei locali dell’autoscuola. Una volta all’interno hanno scassinato una porta… mettendoci, tra l’altro, tutto il loro impegno. Al termine del certosino lavoro hanno trovato, però, una amara sorpresa in quanto la porta era in realtà finta e non conduceva proprio in nessun locale: si trattava di un’anta di un armadio a muro! Un armadio pieno soltanto di… documenti. Di soldi neppure l’ombra! I ladri sono così rimasti a bocca asciutta e se la sono data a gambe levate. Scassinatori accaniti, ma particolarmente imbranati quelli che sembrano invadere la cittadina in questi giorni. Ladruncoli capaci di far quasi concorrenza ai protagonisti dei film di Totò. “Ho scoperto la sgradita visita appena giunta in ufficio” – racconta Sabrina Della Maddalena, titolare dell’autoscuola – “Abbiamo avvertito i Carabinieri di Tirano che sono arrivati immediatamente per i rilievi del caso”.

tentativo furto in Via Pedrotti Sabrina Della Maddalena titolare autoscuola Divitini indica la porta finta Sabrina Della Maddalena via pedrotti in via Torelli Piero Gobetti

“Noi di soldi negli uffici non ne teniamo proprio!” – dice – “Peccato per i ladri, sono stati sfortunati! Quello che infastidisce di più sono i danni alle porte e alle finestre. Ladruncoli sprovveduti, ma che ad ogni modo intimoriscono.Vien quasi voglia di fare il porto d’armi!”. L’autoscuola Divitini non è stata però l’unica attività a ricevere visite spiacevoli. Nella notte fra giovedì e venerdì scorsi in via Torelli altri scassinatori si sono intrufolati nell’abitazione di proprietà di Piero Gobetti ed hanno rubato due biciclette (una delle quali è stata, fortunatamente, ritrovata presso la stazione tiranese proprio in questi giorni) di proprietà di alcuni inquilini dello stabile. Anomale le modalità del furto: i ladri non hanno forzato la porta d’ingresso, ma sembra abbiano aperto (e poi anche richiuso) con la chiave. “Siamo rimasti un po’ sbigottiti in quanto chi ha rubato le bici è sicuramente riuscito ad aprire la porta perchè non vi sono segni di scasso” – spiega Piero Gobetti – “Non sappiamo capacitarci come possano aver fatto. Forse avevano un doppione!”.

Testo e foto di Gabriela © Garbellini

Commenti

commenti


Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?