Pasquali 2009: i vincitori...

Pasquali 2009: i vincitori…

BORMIO – Dopo tre vittorie consecutive di Combo, Buglio conquista due volte il primo premio nell’edizione 2009 dei Pasquali. Premio individuale per il pasquale 19 che invita a volersi bene ed andare d’accordo per guardare lontano; primo posto per Buglio anche nella classifica dei reparti che per una manciata di punti ha preceduto Combo… Forse parlare di classifica e di sfida per una tradizione che è ancorata alla tradizione ed alla religiosità popolare e si richiama ad un rito propiziatorio non è il massimo; ma anche nella “competizione”, da sempre, sta il segreto di un evento che non ha eguali…

Al termine di un lavoro non facile, attento anche ai dettagli indicati dai nuovi regolamento, la giuria ha scelto tra i 21 pasquali proposti al concorso 2009 la portantina vincitrice con 578 punti: è quella presentata da Cristian Mascherona che prende a prestito il dialetto per formulare un invito che pare quanto mai adatto ai tempi nostri: “per vardar più lontan ir d’acordi e das una man”. Per i non avvezzi al dialetto bormino traduciamo: “per guardare lontano, ancora più lontano, serve andare d’accordo e darsi una mano”. Un telescopio guarda la nostra terra e quasi la perfora per cercare dentro le nostre radici la capacità di costruire il futuro migliore.
E “verso un futuro di luce” è ancora Buglio con il pasquale di Michele Mevi e Luigi Pedranzini (secondo con 560 punti) che invita a guardare. Con i campanili di Bormio sullo sfondo, a dominare il pasquale è il plastico del paese trasportato da una vecchia slitta di legno; il tutto accompagnato da una sorta di viaggio attraverso il tempo segnato dalle ruote…
La rievocazione della Pasqua del 1830, pasquale realizzato dal gruppo di Matteo Confortola di Combo, conquista il terzo posto con 558 punti. Lavoro straordinario nella ricostruzione della colleggiata, completa solo nell’abside “per poter entrare dentro la chiesa e scorgere i riti antichi della settimana santa”. Anche in questo caso uno sguardo al passato per trovare quei valori che, oggi, sembrano essere sbiaditi se non del tutto spariti.

La classifica per reparto vede Buglio al primo posto con 1.664 punti davanti a Combo con 1.607, Dossorovina con 1.397, Maggiore con 1.311 e Dossiglio con 1.234 (sono presi in considerazioni i tre migliori piazzamenti di ciascun reparto).
Quattro come solito i premi speciali assegnati dalla giuria.
Quello per il miglior lavoro artigianale è andato al pasquale presentato da Rudy Pozzi e Pietro Cusini, “Ricchezze condivise”. Quello per la tradizione è andato al pasquale di Matteo Confortola che racconta la “Pasqua del 1830”. Quello per il miglior lavoro artistico è stato assegnato  al pasquale secondo classificato nella generale, “Verso un futuro di luce”. Mentre per il significato religioso (fose è il vero vincitore dei Pasquali, considerando questa una usanza prettamente religiosa) il premio è stato assegnato a “Iesus Hominum Salvator”, presentato da Simone Cantoni e Paolo Canclini: un grande rosario che stringe i segni ed i momenti della vita del cristiano…

A.T.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?