Il sindaco Saruggia

Il sindaco Saruggia

VALFURVA – La strada del Gavia, diventata provinciale da qualche anno, rappresenta uno dei collegamenti di maggiore rilievo per tutta l’Alta Valtellina. Soprattutto per la Valfurva di cui rappresenta il naturale sbocco a sud. Il sindaco Gianfranco Saruggia ha diffuso oggi una nota con la quale annuncia la “gestione” comunale di un tratto di quella strada.

“Grazie all’accordo perfezionato tra la Provincia di Sondrio e la Polizia Locale di Valfurva, nella persona del dipendente Pietro Franzini che ringrazio, la Provincia ha concesso al comune di Valfurva di occuparsi dei 2 km. di strada che si snodano oltre la località di Plaghera, tratto che in precedenza veniva chiuso unitamente alla strada del Gavia”. L’annuncio è contenuto in un comunicato diffuso dal sindaco di Valfurva, Gianfranco Saruggia, che sottolinea come “quei due chilometri sono fondamentali in autunno soprattutto per i proprietari delle baite, per chi deve ancora recarsi in quota per l’agricoltura, la coltivazione del bosco. Da quest’anno, anche se il Passo del Gavia chiude, come accaduto il 3 ottobre, il tratto sopra Plaghera rimane aperto e sarà regolato, con la caduta della neve, da un’apposita ordinanza di chiusura”.

Saruggia ha voluto esprimere “un profondo e sincero ringraziamento alle province di Sondrio e Brescia per l’apertura del passo, quest’anno avvenuta a fine maggio (ed il 31 maggio il passo è stato protagonista di una tappa del Giro d’Italia) e per quanto è stato garantito durante tutta l’estate in tema di sicurezza e viabilità”.

Ed ha auspicato iniziative e proposte per una valorizzazione turistica della strada del Gavia che rappresenta il regno incontrastato dei bikerse terreno privilegiato per i centauri; un collegamento che ha creato e crea un indotto importante per la Valfurva dal punto di vista turistico. “Per questo come amministrazione auspichiamo, unitamente agli operatori turistici, che si inizi ad ipotizzare un’apertura anticipata a maggio ed una chiusura magari a novembre, in concomitanza con la chiusura dello Stelvio. Durante un mese di ottobre bello dal punto di vista meteorologico come quello attuale, ad eccezione dei primi tre giorni del mese, molte le potenzialità che avrebbero potuto scaturire dal poter disporre del passo Gavia aperto al transito. Dopo la cura e l’attenzione riservate finora a questa strada, quello dell’apertura per un maggior periodo rappresenta il prossimo passo per far crescere ancor di più questa via di transito davvero suggestiva e, insieme, tutta la Valfurva e l’Alta Valle”.

Armando Trabucchi

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

3 Readers Commented

Join discussion
  1. nasegn on 22 ottobre 2008

    Buon provvedimento!
    A mio parere un provvedimento del genere amplia notevolmente la possibilità di escursionismo invernale/alpinismo per la val di rezzalo, perla poco conosciuta dell’alta valtellina.
    Sinceramente non sono sicuro se nei 2 km oltre plaghera si arrivi almeno al parcheggio all’imbocco della val di rezzalo, ma tale provvedimento, se ben sfruttato potrebbe comportare buoni vantaggi per il sontuoso rifugio costruito in valle dell’alpe o per il bell’agriturismo, aperto tutto l’anno appena sopra frontale.

    Le possibilità di battere una pista per le escursioni a piedi (vedi Zermatt, ad esempio), un percorso di sci di fondo escursionistico lungo tutta la valle, oltre alle numerosità opportunità scialpinistiche potrebbero dare un valore aggiunto alla zona.

    A questo punto la domanda da porsi è se gli operatori turistici o le varie amministrazioni siano in grado di sfruttare efficacemente quest’opportunità

  2. PaoloB on 22 ottobre 2008

    L’apertura della strada del Gavia, da sola, non serve a nulla.
    Va inserita in una pianificazione di attività ed eventi che va fatta con largo anticipo (almeno un anno) e comunicata adeguatamente.
    Finché ci si limita a pensare ad un fattore alla volta e non si lavora per coordinate tutto, si perde del gran tempo.

  3. nasegn on 5 novembre 2008

    Ecco un inizio di quello che si potrebbe fare:

    http://www.vaol.it/home.jsp?idrub=79050

    semplice ma allo stesso tempo utilissimo

HAVE SOMETHING TO SAY?