SERNIO – Bruciato lo scorso 4 ottobre un trattore raccoglifrutta in un meleto in località Giaulù appena sopra l’abitato di Sernio. A dare l’allarme verso l’una alcuni ragazzi di rientro da una cena i quali hanno notato delle fiamme provenire dai campi di mele. Sul luogo sono giunti immediatamente i Vigili del fuoco di Tirano. In corso da parte dei carabinieri le indagini per risalire alle cause dell’incendio.

Non è da escludere la matrice dolosa. Ad andare bruciato un trattore raccoglifrutta del valore complessivo di circa 40mila euro ora posto sotto sequestro. “Siamo veramente senza parole per quanto accaduto. Il mezzo appartiene a mia moglie. E’ lei titolare della nostra azienda agricola” – spiega Agostino Contessa, già messo comunale, proprietario del meleto dove è bruciato il trattore – “Abbiamo trascorso il pomeriggio di sabato a raccogliere mele e poi verso le sei e mezza siamo andati a casa. In piena notte siamo poi stati chiamati dai carabinieri che ci hanno comunicato la notizia ed insieme siamo andati sul luogo. Continuo a pensare, anche se credo sia più una speranza, che il trattore possa aver preso fuoco da solo. Osservando il mezzo però e vedendo batteria e scatola dei fusibili intatti sorgono ovviamente dei dubbi”.

Gabriela Garbellini

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?