Alta Rezia da gustare

Alta Rezia da gustare

TIRANO – Oltre 10mila presenze per il festival enogastronomico e culturale Alta Rezia da gustare che si è svolto a Tovo Sant’Agata il 14 e 15 settembre. La kermesse che negli ultimi anni ha fatto sempre più parlare di sé per l’importante obiettivo di valorizzazione delle produzioni tipiche e del patrimonio storico e culturale è stata un grande successo. L’edizione 2008 si è svolta in due giornate nello scorso fine settimana presso la Cooperativa Ortofrutticola Alta Valle di Tovo Sant’Agata e nell’ambito dei tre giorni di festeggiamenti Unesco.
“La pioggia – ha spiegato il direttore del Consorzio turistico mandamentale Gigi Negri – ha compromesso leggermente gli eventi che avevamo programmato all’esterno, fra cui le dimostrazioni e le gite in mountain bike, ma grazie anche ai festeggiamenti Unesco abbiamo avuto moltissimi visitatori all’interno della struttura coperta, fra cui anche tanti svizzeri. Siamo molto soddisfatti e pensiamo già alla prossima edizione”.
La kermesse è partita sabato mattina con il taglio del nastro da parte del presidente della Cooperativa Adelio Contessa, che ha pubblicamente ringraziato tutti i soci, del sindaco di Tovo Giambattista Pruneri, del presidente della Comunità montana Oscar Giudice e di quello del Consorzio turistico Carlo Toini. Presenti anche molti sindaci del mandamento ed il prefetto Chiara Marolla.
“Siamo molto felici – ha detto il primo cittadino – di presentare i prodotti del lavoro della nostra gente in un ambito così importante. Si tratta di un’occasione per far conoscere una realtà agricola anche al di fuori dei confini della provincia di Sondrio”.
Giudice ha avuto modo di sottolineare l’impegno di tutti coloro che per il quarto anno si sono dati da fare per l’allestimento della kermesse evidenziando anche l’importanza delle istituzioni locali nel garantire l’appoggio a questo tipo di manifestazioni, mentre Toini ha parlato della continua e costante crescita dell’iniziativa nel corso degli anni.
Successo hanno riscosso nelle due giornate i diversi percorsi enogastronomici (che riguardavano stavolta anche i vini di Valtellina), le rappresentazioni artigianali all’interno del capannone, la ricostruzione filmata e ambientale del percorso del Trenino Rosso del Bernina e le esposizioni delle varie realtà del comprensorio dell’Alta Rezia (fra cui l’Antica Pieve di Mazzo o il Parco delle incisioni di Grosio).
Dopo la cena e i balli di sabato sera, nella giornata di domenica c’è stata la festa del ringraziamento dei soci Coav, con Santa messa e pranzo, e alla presenza dell’assessore provinciale all’Agricoltura Severino De Stefani è stato anche inaugurato l’impianto fotovoltaico della Coav, che come Cooperativa sposa questa ormai sempre più presente fonte di produzione di energia nel rispetto dell’ambiente.
“Una cosa che come Provincia – ha sottolineato De Stefani – vogliamo valorizzare sempre di più perché garantisce una importante forma di produzione di energia rispettando il nostro ambiente. Che l’inaugurazione si sia svolta lo stesso giorno della manifestazione è un aspetto ancora più importante”.
Franco Imperial, assessore all’Agricoltura della Cm di Tirano, ha ulteriormente esaltato il lavoro dei soci Coav e la buona riuscita della manifestazione evidenziando anche la necessità di maggiore attenzione da parte della Regione Lombardia.
“Siamo molto contenti, questa kermesse è uno dei modi migliori per dare rilevanza all’impegno silenzioso e costante dei nostri agricoltori nei frutteti e nei campi. Purtroppo le leggi regionali sono insufficienti per valorizzare tutto questo patrimonio agricolo e la speranza è che la Regione si attivi per dare un aiuto più importante al nostro settore”.
Domenica anche il consigliere regionale Gianmaria Bordoni ed il presidente provinciale Fiorello Provera sono intervenuti per un saluto. “Mi fa molto piacere – ha sottolineato Provera – l’unione che si è creata fra le tre Cooperative ortofrutticole della nostra provincia, così si dimostra una grande unità d’intenti. Insieme si faranno grandi passi”.
Alta Rezia da Gustare ha aperto alla grande l’autunno della tradizione valtellinese, della valorizzazione dei prodotti locali in un settore da sempre trainante per la provincia di Sondrio. L’appuntamento è già fissato per l’anno prossimo.

Ufficio stampa Alta Rezia da Gustare – Marco Quaroni

Galleria di immagini

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?