Un dì a San Pedru

Un dì a San Pedru

PIATTA, VALDISOTTO – Festa Alpina di chiusura della stagione estiva è il ritrovo di San Pietro sulle pendici del Vallecetta che sovrasta il paese di Piatta. Il Gruppo Alpini di Piatta ha infatti organizzato questo ritrovo dopo aver partecipato, con proprie rappresentanze, alle cerimonie organizzate dagli Alpini dell’Alta Valle durante i mesi scorsi.
Il tema comune è stata la celebrazione del 90° Anniversario della Prima Guerra Mondiale. Anche se Piatta non ha importanti strutture che ricordino gli eventi bellici della guerra del 15-18, ha però i suoi “morti per la patria”.
La giornata è quindi iniziata con l’alzabandiera alla presenza delle autorità civili, d’arma e religiose. L’onore ai caduti sulle note del Piave è stato il momento clou del raccoglimento e del ricordo: uno ad uno sono stati citati i nomi dei 13 caduti sul fronte austro-ungarico. La presenza del sindaco di Valdisotto, Alessandro Pedrini, e Luca Pozzi Presidente della Comunità Montana Alta Valtellina sono stati segni della volontà delle rispettive amministrazioni di impegnarsi sul fronte di una cultura per la pace nel ricordo di quanti hanno fatto sì che noi potessimo godere di tempi migliori.
Adelio Dei Cas, in qualità di Vicepresidente della Sezione Alpini di Tirano ha portato i saluti del Presidente Mario Rumo (assente per malattia) ribadendo che i caduti di Piatta, nostri nonni, bisnonni o zii, hanno scritto una pagina di storia del paese che purtroppo si è interrotta tragicamente ancora in giovane età.
La celebrazione della S. Messa, officiata da Don Serafino, è stata accompagnata dai canti del Coro della Bajona. Al rancio alpino, servito ad oltre 500 persone, hanno fatto seguito, al suono delle fisarmoniche di Amos e Fonzi, canti alpini e popolari fino a pomeriggio inoltrato.
Alfredo Praolini per gli Alpini di Piatta

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews