Marco Confortola

Marco Confortola

VALFURVA – L’alpinista Marco Confortola sta per rientrare in Italia. Arriverà probabilmente nella giornata di sabato 9 agosto e ad aspettarlo saranno i suoi famigliari. Marco non dovrebbe rientrare subito nella sua Valfurva – come ci ha fatto intedere il presidente del Cai Valfurva Luciano Bertolina, colui che ha avviato Marco alla montagna – ma andrà a Padova per le necessarie cure riguardo al principio di congelamento patito sul K2.Riguardo al rientro ecco quanto riferisce Valentina Langella su sito montagna.org

Marco Confortola e Roberto Manni sono arrivati oggi (8 agosto) ad Islamabad e domani faranno rientro in Italia. I due alpinisti sono partiti questa mattina da Skardu, dove si trovavano da ieri, quando l’elicottero militare pakistano li aveva prelavati dal campo base. Nella cittadina del nord del Pakistan, Confortola ha ricevuto le prime cure mediche agli arti inferiori, seriamente danneggiati dai congelamenti alle dita dei piedi.
La notizia è arrivata direttamente dalla capitale Pakistana dove gli alpinisti si trovano adesso in compagnia dal collaboratore locale del comitato EvK2Cnr. Confortola e Manni ieri mattina erano stati prelavati dall’elicottero pakistano dal campo base del K2, e avevano così voltato le spalle a quel terribile scenario dove nei giorni scorsi hanno trovato la morte 11 persone. Una volta a Skardu Confortola è stato immediatamente accompagnato all’ospedale dove i medici gli hanno fornito le prime cure ai piedi, seriamente compromessi dai congelamenti.
“Ho le dita dei piedi nere – la sua dichiarazione -, ma le sento, ho dolore. I medici sono ottimisti”. Una volta in Italia Confortola potrà ricevere le cure necessarie e svolgere gli accertamenti del caso per una diagnosi definitiva.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews